Arrampicare sul Monte Rest – Via Lacrima Bianca

parete “W” mt.1300

Via ” Lacrima bianca” Agosto 2006

Sviluppo c.a 600 m. La via segue un evidente colatoio bianco che si nota salendo al passo. Interamente spittata, può essere suddiviso in tre settori (o salti).Avvicinamento: seguire la SS 552 M.te Rest fino a 200 m prima dello spiazzo in loc. PECOL da dove diparte il sentiero per la ferrata “Dal Tramuntin”. Seguire le indicazioni per la palestra (bollo rosso e scritta) fino alla base di un piccolo ghiaione dove c’è l’attacco (10 min).

Primo salto: caratterizzato da due tiri di 50 m cadauno, più 20 m di canalino. Diff. IV-V e passo di VI.

Secondo salto: otto tiri di 50 m con difficoltà discontinue che vanno dal II al V- (gradoni) per uno sviluppo complessivo di 400 m c.a.

Terzo salto: arrivati alla fine del colatoio sotto il pilastro giallo, risalire il canale di dx (libro di via in fessura) e per cengie portarsi sotto l’evidente fessura strampiombante (spit giallo),
superarla (atletico), uscendone per mughi a sn fino a raggiungere la sosta su cengia. Da qui per ferrata esposta raggiungere l’intaglio della parete.
Sviluppo 100 m. Diff. VI (A0) poi IV.

Discesa: risalire il canale (sfasciumi) seguendo i bolli rossi fino alla sella erbosa.
Diff. elementare e sviluppo di 100 m c.a. Attraversare per tracce di sentiero fino alla biforcazione che in salita porta alla casera Rest qt. 1500 ed in discesa al sentiero attrezzato “Dal Tramuntin”.
Per una ripetizione munirsi di 12 rinvii, casco e due corde da 50 m. I tempi previsti sono di 4 ore fino all’intaglio e da una a due ore per la discesa lungo il sentiero. In alternativa si può scendere in doppia lungo la via di salita.

Primi salitori: Nico Valla-Giorgio Quaranta-Renato Camillotti-Ruggero Petris-Andrea Prizzon-Aldo Tardito e Lorenzo Beltrame.
Gr. Ragni di Masarach e C.A.I. di Spilimbergo-PN e S.Daniele

Testo tratto da Pietre del silenzio, pareti della Val Tramontina curato da G. Quaranta e N. Valla.

ALTRI SUGGERIMENTI

Orientarsi in montagna non è più un problema

Orientarsi in montagna non è più un problema grazie ai diversi strumenti messi a disposizione gratis o a basso costo da utilizzare durante le escursioni e per conoscere il nome delle vette che si hanno di fronte. Prima app La prima applicazione che ti presentiamo è...

La falesia di Redona

Ultima nata della provincia di Pordenone, offre una scalata a gocce e canne, ottima nel periodo invernale. Voluta dalla Polisportiva di Meduno e dal Comune stesso, è attrezzata dai ragazzi del gruppo Teste di Pietra capitanati da Giacomo Casagrande e Pietro Del Din....

Arrampicare a Frassaneit

Questa falesia divisa in due settori principali è stata valorizzata dalla sezione CAI di Tramonti con l’aiuto dell’instancabile Majcol e dai “ferocissimi” Varnerin, infatti i tiri sono ottimamente attrezzati con spit molto ravvicinati. La falesia è situata lungo la...

Arrampicare in Val Tramontina e dintorni

In provincia di Pordenone la fascia alpina e pedemontana offre tra le migliori falesie delle regione, e la Val Tramontina è una delle valli più selvagge e affascinanti da scoprire. Il viaggio inizia proprio prima del lago di Redona dove la valle inizia a stringersi e...

Arrampicare sull’Aquila del Monte Frascola

  E’ possibile arrampicare sull’aquila in due punti: uno sull’ala (Via Rita) ed uno che segue il profilo della testa (Via A.N.A.).. L’avvicinamento parte dalla casera Chiampis, qui si consiglia di sostare in quanto il l’escursione e l’arrampicata sono impegnative in...

Pin It on Pinterest