I signori del cibo di Stefano Liberti

Domenica 25 giugno alle ore 15.00 all’interno del Festival della resistenza alimentare.

Stefano Liberti, ex giornalista de il manifesto, ha pubblicato i suoi reportage su diverse riviste italiane (Geo, L’Espresso, Ventiquattro) ed estere (El País semanal, Le Monde diplomatique).

Nel 2004 ha pubblicato insieme a Tiziana Barrucci, Lo Stivale meticcio – L’immigrazione in Italia oggi per i tipi di Carocci Editore.

Nel 2007 è stato il primo giornalista a incontrare i tre tecnici Eni ostaggi del Movimento per l’Emancipazione del Delta del Niger (Mend) in Nigeria. Li ha intervistati e diffuso sul TG1un video in cui lamentavano di essere stati abbandonati.
Nel 2007 ha vinto il Premio Luchetta come miglior giornalista italiano sezione Quotidiani e periodici.
Nel 2009 ha vinto il premio Indro Montanelli per la scrittura con il libro “A sud di Lampedusa” (minimum fax), in cui raccontava i suoi cinque anni di viaggio sulle rotte dei migranti dall’Africa all’Europa.
Nel 2010 ha vinto il premio L’Anello Debole con il reportage “L’inferno dei bimbi stregoni”, girato a Kinshasa nel maggio 2009 che racconta il fenomeno dei bambini accusati di stregoneria e abbandonati dalle famiglie.

Nel 2011, ha pubblicato per Minimum fax il libro “Land grabbing”, sull’accaparramento delle terre su scala mondiale.
Il libro è diventato un caso ed è stato tradotto in tedesco, francese, inglese e spagnolo.
Sempre in quell’anno, ha seguito le varie fasi della guerra in Libia e, insieme a una troupe della CNN e ai due colleghi Gabriele Del Grande e Alfredo Bini, è stato il primo giornalista a entrare nella città di Misurata sotto assedio

Come regista ha lavorato tra il 2007 e il 2008 al programma televisivo C’era una volta di Rai 3. Nel 2012 ha realizzato insieme ad Andrea Segre il documentario “Mare chiuso“.

Sempre con la casa editrice Minimum Fax ha recentemente pubblicato un’imponente libro inchiesta: i Signori del cibo in cui racconta lo sviluppo di quattro filiere alimentari in tutto il mondo (maiale, soia, tonno e pomodoro).

Qui un’interessante inchiesta condotta con Fabio Ciconte, anche lui presente al Festival, intitolata “Supermercati, il grande inganno del sottocosto” pubblicata su Internazionale.

ALTRI SUGGERIMENTI

Gli artisti del 4° Festival della resistenza alimentare

Gli artisti del 4° Festival della resistenza alimentare

Durante il Festival della resistenza alimentare è tradizione ospitare artisti che creano opere inerenti al tema, opere che rimangono visibili nella zona del ristorante e all'interno del campeggio stesso. Se ti interessa scoprire i lavori delle scorse edizioni guarda...

100 poster contro lo sfruttamento bracciantile

100 poster contro lo sfruttamento bracciantile

In occasione della quarta edizione del Festival della resistenza alimentare, Emanuele Bertossi, scultore e disegnatore, ed il Campeggio Valtramontina hanno prodotto 100 poster sul tema dello sfruttamento bracciantile. Li metteremo in vendita, firmati dall'autore, nei...

Il Consorzio delle Valli e delle Dolomiti friulane

Il Consorzio delle Valli e delle Dolomiti friulane

Il Consorzio delle Valli e delle Dolomiti friulane è il primo consorzio agro-silvo-pastorale del FVG. Nato nel 2017, il Consorzio opera nel territorio al fine di creare nuovo valore economico e sociale attraverso la costruzione di cooperazioni e sistemi a rete, che...

Opere ed artisti in campeggio

Opere ed artisti in campeggio

Ogni anno organizziamo all'interno del campeggio il Festival della Resistenza Alimentare e ad ogni edizione abbiamo ospitato artisti che hanno condiviso con noi la preoccupazione per lo stato in cui versano i sistemi agricoli e più in generale la produzione del cibo....

Kaixides in concerto

Kaixides in concerto

Sabato 24 giugno h. 21,30 in campeggio. Da Atene il trio greco Kaixides ci accompagnerà in un viaggio tra le isole dell'Egeo con un concerto dai colori e profumi del Mediterraneo. Inserito all'interno del Festival della resistenza alimentare questo concerto ci farà...

Amaro partigiano –

Amaro partigiano –

Sabato 24 giugno alle ore 15.00 all'interno del Festival della resistenza alimentare. Alle porte di Milano sta nascendo il primo liquorificio sociale italiano. Sostenuto da una campagna di crowdfunding che finanzia l’acquisto dei macchinari per il laboratorio e la...

Federazione italiana vignaioli indipendenti

Federazione italiana vignaioli indipendenti

La federazione italiana vignaioli indipendenti è prima di tutto un sindacato che difende il mestiere del vignaiolo, raggruppa uomini e donne che curano personalmente l'intero ciclo di produzione,coltivando le proprie vigne imbottigliando il vino sotto la propria...

MORE CLAY LESS PLASTIC

MORE CLAY LESS PLASTIC

24 e 25 giugno durante il Festival della resistenza alimentare MORE CLAY LESS PLASTIC - change in your hand Un progetto internazionale, nato nel 2014 come gruppo aperto su Facebook per mettere in contatto ceramisti e pubblico. Poco dopo gli artisti, accomunati da una...

Ghetto Italia – Yvan Sagnet

Ghetto Italia – Yvan Sagnet

Domenica 25 giugno h. 15.00 durante il Festival della resistenza alimentare. Yvan Sagnet è nato il 4 aprile del 1985 a Douala (Camerun). Nell’agosto 2008 arriva in Italia e si iscrive al politecnico di Torino per studiare Ingegneria delle Telecomunicazioni. Per...

Pipe Cook – il laboratorio

Pipe Cook – il laboratorio

Il laboratorio di domenica 25 giugno alle ore 10.00 durante il Festival della resistenza alimentare. Il Pipe Cook di Danilo Rigon    Uno strumento nuovo ma dall'ispirazione antica: un barbecue in ceramica per cotture a legna o a carbonella. Un modo per cucinare...

Pin It on Pinterest