pane jole

Dopo circa dieci anni ha riaperto il forno in vallata.

Pane, ma anche biscotti speciali, plumcake e pizza al taglio….

Un progetto che unisce all’inclusione sociale, il miglioramento della qualità della vita delle persone residenti (il fornaio, consegnando il pane nelle diverse borgate, consegna anche farmaci e spesa). Tutto ciò rientra nell’intenzione di creare e sperimentare nuove forme di economia in aree montane depresse. Promotori del progetto sono la Fattoria Sociale Sottosopra ed i Comuni della valle.

Dall’incontro tra l’associazione per i Beni Comuni di San Marco di Mereto di Tomba (UD) ed il fornaio è nato il Pan di Jole: frumento coltivato in modo biologico su terreni di proprietà collettiva e macinato a pietra a bassi giri, lievito madre e passione per il proprio lavoro. Il pane è dedicato a Jole De Cilia, combattente partigiana originaria di Mereto di Tomba e uccisa insieme ad altri partigiani in una rappresaglia nazifascista a Palcoda (Tramonti di Sotto) nel 1944.

Il For Sociâl: http://www.forsocial.it/forno-sociale/