Opere ed artisti in campeggio

Ogni anno organizziamo all’interno del campeggio il Festival della Resistenza Alimentare e ad ogni edizione abbiamo ospitato artisti che hanno condiviso con noi la preoccupazione per lo stato in cui versano i sistemi agricoli e più in generale la produzione del cibo.

Abbiamo chiesto loro di esprimersi sul tema della resistenza alimentare intendendo con ciò il diritto universale alla qualità del cibo e della vita, alla sostenibilità ecologica, al giusto reddito per chiunque sia coinvolto nella produzione della nostra sussistenza.

In occasione della quarta edizione del Festival vogliamo seguire il filo artistico delle edizioni precedenti proponendo alcune immagini delle opere e presentando gli autori.

Tutte le opere sono in esposizione permanente presso il campeggio.

Marco Tonus, Massimiliano Gosparini e Fabio Varnerin

Marco Tonus, Massimiliano Gosparini e Fabio Varnerin: già noti per avere coraggiosamente edito la rivista di fumetti Auagnamagnagna si sono riuniti nella sala del ristorante del campeggio per realizzare questa esclusiva opera muraria.

Kantiere Misto

Kantiere misto è un’associazione per la creatività urbana attiva dal 2008 sul territorio regionale e nazionale.
I ragazzi di Kantiere misto hanno realizzato questi graffiti nell’arco di due giorni segnati anche dalla pioggia, destreggiandosi tra le bombolette spray e i teloni per proteggersi dalle intemperie.

 

Quisco

Guido Carrara, in arte Quisco. Già musicista, fumettista e fornaio ha deciso di rendere omaggio a Jole De Cilia, combattente partigiana uccisa a Palcoda nel 1944 dopo averle dedicato anche uno speciale tipo di pane. Eccola, esempio di resistenza e rivolta…

Keratoo

Kerotoo è un giovane artista urbano e sperimentatore attivo dal 2002. E’ tra i fondatori di Elementi sotterranei, festival internazionale di street art a Gemona. Ecco la sua interpretazione onirica della resistenza alimentare.

Carne

Carne, street artist, performer e mugnaio si è lanciato in questo esperimento 3D integrato nel contesto… questo lavoro è ancora visibile in campeggio.

Manuel

Manuel, 1978 non ha ancora deciso se preferisce la tela o il ragno. Usa oggetti rifiutati per dare loro una nuova consistenza senza domandarsi se sia arte o provocazione ma solo seguendo la ragione impura del suo senso critico. Attivista per la tutela delle rose antiche, suona i cactus amplificati e intrattiene il quartiere di Filanda Vecchia proiettando immagini in movimento su una lavagna luminosa. Veste spesso in arancione ed è tra gli ultimi, veri estimatori del tamarindo. Testo scritto da Valentina Avoledo.
Ideatore ed autore del programma INVADERS MUST DIE del canale youtube RADIO LONDRE FURLANE, qui una puntata (i testi e le immagini contengono contenuti espliciti).

ALTRI SUGGERIMENTI

La Repubblica partigiana della Carnia

Per raggiungere la Val tramontina oggi dovete passare dove comincia il lago di Redona. In realtà state attraversando un luogo pieno di storia, una storia gioiosa ed eroica al tempo stesso. Nell’estate-autunno del 1944 la diga ed il lago ancora non c’erano e quel pezzo...

Orientarsi in montagna non è più un problema

Orientarsi in montagna non è più un problema grazie ai diversi strumenti messi a disposizione gratis o a basso costo da utilizzare durante le escursioni e per conoscere il nome delle vette che si hanno di fronte. Prima app La prima applicazione che ti presentiamo è...

Canyoning – un parco avventura naturale

Il canyoning è un'esperienza intensa che renderà unica la vostra vacanza e quella dei vostri bimbi. Alessandro de Santis, guida speleologica regionale, ha selezionato alcuni percorsi per bambini dai 6 anni (altezza min. 130-135 cm). Piccole arrampicate, salti in acqua...

Visita alla Fattoria Sociale Sottosopra

  La fattoria sociale Sottosopra da maggio ad agosto accoglie adulti e bambini per mostrare la stalla, la vecchia latteria turnaria, per organizzare una piccola degustazione dei prodotti e l'eventuale laboratorio di caseificazione. Le proposte sono: 1° -...

Per i tre Tramonti con la mountain bike

Un percorso per scoprire la Val Tramontina attraversando i tre paesi principali di Tramonti di Sotto, di Mezzo e di Sopra e che aggiunge qualche deviazione per addentrarsi tra le montagne in cerca dei borghi abbandonati come Tamar. Itinerario quasi interamente su...

Dal lago di Redona riemerge il borgo di Movada

Per quasi due mesi, nell'estate del 2015 non vi è stata alcuna pioggia e l'acqua dal lago artificiale di Redona è stata utilizzata per l'irrigazione nelle pianure e per la produzione di energia elettrica... Lentamente, il bacino del lago si è svuotato e ... ......

Dove fare il bagno

L’abbondanza di acqua è certamente una prerogativa della Valtramontina. Decine di torrenti e ruscelli scendono lungo i pendii, zigzagando nel bosco, intagliando e levigando le rocce, creando pozze, salti e scivoli naturali. Se non siete particolarmente freddolosi e se...

Le pozze smeraldine

Lungo il fiume Meduna diverse sono le pozze di acqua cristallina nelle quali potete tuffarvi, ma un angolo speciale vi aspetta lungo il sentiero che da Tramonti di Sopra porta al lago del Ciul. Lasciando l'auto dove si trova il divieto, bastano solo 10 minuti di...

Poffabro – uno dei borghi più belli d’Italia

Poffabro, frazione del comune di Frisanco, è un borgo che sorge a 525 metri di altitudine in Val Colvera, nelle Prealpi Carniche. Il nome di Poffabro deriva da Prafabrorum, prato dei fabbri. La forza magica di Poffabro sta nell'effetto incantatore delle pietre...

Arrampicare in Val Tramontina e dintorni

In provincia di Pordenone la fascia alpina e pedemontana offre tra le migliori falesie delle regione, e la Val Tramontina è una delle valli più selvagge e affascinanti da scoprire. Il viaggio inizia proprio prima del lago di Redona dove la valle inizia a stringersi e...

Parapendio in Valinis

Il campeggio dista appena 18 km dalla cima del Monte Valinis e dalla rampa di lancio (983m sul livello del mare) sui cieli della campagna spilimberghese. Poco frequentato dagli italiani, ma decisamente conosciuto dagli stranieri, è stato il luogo scelto per lo...

L’aquila del Monte Frascola

  L’aquila del Frascola è una particolare formazione rocciosa che sembra rappresentare un’aquila, con due grandi ali aperte, e con un muso ben scolpito con tanto di occhio e becco. Si può vedere da punti estremamente semplici o raggiungerla attraverso una...

la Pitina, presidio Slow Food

Originaria della Val Tramontina, conosciuta fin dall'ottocento, un tempo era composta di carni sia di capriolo e camoscio che di capra e pecora. Prodotta in piccole pezzatura del diametro di una decina di centimetri e dalla forma di polpetta, priva di budello e...

Le grotte di Pradis e la Foos di Campone

  Non si può non visitare le Grotte di Pradis, attraverso la discesa all'Orrido, con le sue cascate, gli archi naturali, le grotte e le cavità, è un ambiente carsico unico per la sua bellezza. Qui la forza della natura e dell'acqua si mostrano a noi con tutta la...

Per i pescatori

Il campeggio sorge esattamente sul fiume Meduna, potrete pescare tirando l'amo direttamente dalla vostra tenda! L'Arpa fvg ha definito l'acqua del fiume di qualità eccellente, non è difficile infatti vedere i gamberi di fiume. Oltre al Meduna la nostra vallata offre...

Ai vecchi borghi abbandonati di Tamar e Palcoda

Dislivello fino a Tamar 300mt circa. Tempo di percorrenza fino a Tamar 1h 20m. Oltrepassando la borgata di Comesta, a Tramonti di Sotto, si raggiunge il divieto di transito nei pressi del quale si può parcheggiare l'auto. Da qui attraverso la pista forestale o il...

Fattoria Sociale SottoSopra

La fattoria sociale Sottosopra alleva pecore, si occupa di trasformare il loro latte e quello di mucca in diverse qualità di formaggi e yogurt, svolge attività didattiche e gestisce la vecchia latteria turnaria alla quale è stata affiancato un mini caseificio moderno...

Pin It on Pinterest